Museo di Casal de’ Pazzi

Un luogo di assoluto interesse culturale del IV Municipio di Roma, situato tra la via Tiburtina e la via Nomentana, è il Museo di Casal de’ Pazzi. Il sito di grande importanza archeologica, geologica e paleontologica, fu scoperto nel 1981 durante alcuni lavori di urbanizzazione condotti nel quartiere di Casal de’ Pazzi. L’area rinvenuta, risalente a circa 200.000 mila anni fa, sorprendentemente ben conservata, costituisce l’ultima testimonianza di giacimento fluviale del Pleistocene medio: grazie ai reperti ritrovati è possibile immaginare e ricostruire la fauna, la flora e il ruolo dell’uomo di un paesaggio preistorico scomparso. I reperti faunistici rinvenuti, oltre 2000 ossa, appartengono per gran parte ad animali oggi estinti o comunque non più presenti nel territorio italiano: l’elefante antico, l’ippopotamo, il rinoceronte, l’uro, la iena, il canapiglia, il fischione, e molti altri ancora. Tra gli esempi di flora Pleistocenica si ricorda il ritrovamento di foglie di Zelkova crenata, enorme pianta oggi presente nelle zone del Mar Nero e del Mar Caspio. Completano la magnifica scoperta, gli oltre 1500 oggetti di uso quotidiano, prodotti ed utilizzati dall’uomo, come raschiatoi, punteruoli e grattatoi. Si segnala inoltre che nel 1983 dal giacimento è riaffiorato un frammento parietale di uomo pre-neandertaliano.

Foto: Patrizia Gioia - Wikimedia Commons
Museo di Casal de’ Pazzi - Roma IV Municipio

Se vuoi segnalare un'inesattezza sulla fonte di questo monumento clicca qui

* Le voci contrassegnate con l'asterisco sono obbligatorie

Allegato

Informativa ai sensi dell'art.13 del D.Lgs. 196/2003

In conformità alle disposizioni previste dall'art.13 del D.Lgl. 30.6.2003 n° 196 - "codice della privacy" vi informiamo che:

Le informazioni in nostro possesso sono relative ai dati di navigazione (non direttamente identificativi e trattati esclusivamente ad uso statistico) e ai dati personali volontariamente forniti dagli utenti attraverso i moduli di contatto del sito.

I dati raccolti sono trattati in via esclusiva da Geoplan S.r.l., per le proprie finalità istituzionali e statistiche, nonchè per poter erogare i servizi richiesti dall'utente.

Geoplan S.r.l. si impegna a non diffondere i dati in suo possesso a terzi.

Geoplan S.r.l. non è in possesso e non tratta dati sensibili o giudiziari.

Il responsabile del trattamento dei dati raccolti è identificabile nel legale rappresentante di Geoplan S.r.l..

Ai sensi dell'art. 7 del codice della privacy, il titolare dei dati ha diritto d'accesso ai suoi dati personali e potrà richiedere, in qualsiasi momento ed in modo gratuito:

la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile.

l'indicazione dell'origine dei dati personali, delle finalità e modalità del loro trattamento.

l'aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l'integrazione dei dati, nonchè la loro modifica o cancellazione.

* Le voci contrassegnate con l'asterisco sono obbligatorie

Museo di Casal de’ Pazzi
Roma IV Municipio

* Le voci contrassegnate con l'asterisco sono obbligatorie

Informativa ai sensi dell'art.13 del D.Lgs. 196/2003

In conformità alle disposizioni previste dall'art.13 del D.Lgl. 30.6.2003 n° 196 - "codice della privacy" vi informiamo che:

Le informazioni in nostro possesso sono relative ai dati di navigazione (non direttamente identificativi e trattati esclusivamente ad uso statistico) e ai dati personali volontariamente forniti dagli utenti attraverso i moduli di contatto del sito.

I dati raccolti sono trattati in via esclusiva da Geoplan S.r.l., per le proprie finalità istituzionali e statistiche, nonchè per poter erogare i servizi richiesti dall'utente.

Geoplan S.r.l. si impegna a non diffondere i dati in suo possesso a terzi.

Geoplan S.r.l. non è in possesso e non tratta dati sensibili o giudiziari.

Il responsabile del trattamento dei dati raccolti è identificabile nel legale rappresentante di Geoplan S.r.l..

Ai sensi dell'art. 7 del codice della privacy, il titolare dei dati ha diritto d'accesso ai suoi dati personali e potrà richiedere, in qualsiasi momento ed in modo gratuito:

la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile.

l'indicazione dell'origine dei dati personali, delle finalità e modalità del loro trattamento.

l'aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l'integrazione dei dati, nonchè la loro modifica o cancellazione.